AREA 6

Sviluppo

“Agiamo con una struttura capillare, efficace e trasparente, facendo tesoro dell’opera del volontariato”

La costruzione di una Società Nazionale (CRI) forte, passa attraverso una crescita sostenibile, volta a garantire livelli di efficacia e integrità delle attività operative e dei processi di gestione, accountability (rendere conto dell’azione) nei confronti dei beneficiari, dei partner istituzionali con i quali lavoriamo a progetti comuni e di chi sostiene le nostre attività, nonché il rafforzamento e lo sviluppo della nostra rete di Volontari. In questo contesto, la CRI riconosce il valore strategico di una comunicazione efficace che permetta di catalizzare l’attenzione pubblica sui bisogni delle persone vulnerabili, ne favorisca la riduzione delle cause, prevenga quelle future e mobiliti maggiori risorse per un’azione sempre migliore.

Le attività che svolgiamo quotidianamente rappresentano un terreno sicuro per azioni costanti di diplomazia umanitaria, volte a mantenere in primo piano i bisogni umanitari delle persone che “non hanno voce”. Alla luce di ciò, si cerca di non lasciare nulla al caso, curando i profili istituzionali della nostra Associazione sui maggiori social network, al fine di dare maggior risalto al nostro operato, svolto con le risorse della comunità (dovere di accountability), il tutto nel rispetto delle linee guida comunicative dettate dalla CRI stessa.

Inoltre cerchiamo di fornire, al nostro interno, una struttura comunicativa a sostegno delle nostre attività, così da fornire una risposta immediata e chiara a quanto ci viene richiesto, vista l’eterogeneità degli argomenti trattati dalle nostre molteplici attività, nell’ottica dell’efficienza e del risultato.

Come processo corretto di approccio ad ogni azione, promuoviamo un’analisi corretta dei bisogni, una valutazione ciclica dell’azione condotta ed un bilancio finale, che trasmettiamo trasversalmente ad ogni area di intervento. Seguiamo il volontario fin dai primi passi che muove nella nostra Associazione, cercando di renderlo migliore. Ne curiamo l’ingresso attraverso i corsi di accesso e formazione, i costanti momenti di aggiornamento annuali; promuoviamo tavoli di confronto collettivi e non tralasciamo l’aspetto dello svago, organizzando periodicamente momenti di aggregazione sociale, sempre nel rispetto della sobrietà che ci contraddistingue.

Obiettivi specifici:

  • Aumentare la capacità sostenibile della CRI a livello locale e nazionale, nel prevenire ed affrontare in modo efficace la vulnerabilità delle comunità.
  • Rafforzare la cultura del servizio volontario e della partecipazione attiva.
  • Mantenere gli statuti, regolamenti e piani d’azione in linea con le raccomandazioni e decisioni internazionali.
  • Adattare ogni nostra azione all’evoluzione dei bisogni delle persone vulnerabili.

Costituiscono attività quadro di quest’area:

  • Lo sviluppo organizzativo.
  • La comunicazione (esterna, interna).
  • La promozione e le politiche del volontariato.
  • La promozione – reclutamento – fidelizzazione dei soci attivi e dei sostenitori.
  • Lo sviluppo dei partenariati strategici.
  • La progettazione e pianificazione dei servizi.
  • La trasparenza.
  • L’advocacy (il patrocinio).
  • Il found raising (la raccolta fondi).
  • La gestione delle risorse umane.
  • Il monitoraggio delle attività e dei progetti, nonché la valutazione dei risultati del loro